Teatrino della Memoria

winterreise - viaggio d’inverno

Sabato 27 gennaio 2018 ore 15 - Cimitero Militare Germanico del Passo della Futa (FI)

da Ray Bradbury, Primo Levi, Elie Wiesel, Hannah Arendt, Tzvetan Todorov, Heinrich Himmler, Vasilij Grossman

di e con Gianluca Guidotti ed Enrica Sangiovanni

clarinetto Gianluca Fortini
fisarmonica Salvatore Sansone

ingresso: intero 15€ – ridotto under25 10€

prenotazione obbligatoria online cliccando QUI

Tutto ciò che abbiamo
sono le parole e il silenzio tra le parole
Così prendiamo un po’ di silenzio
poche parole e parliamo

Elie Wiesel

 

 

Teatrino della Memoria è una lettura pubblica itinerante sulla Shoà con musica dal vivo, nata in occasione della prima Giornata della Memoria, il 27 gennaio 2001. Dopo diversi anni abbiamo pensato di riprendere in mano questi materiali.

Quest’anno abbiamo deciso di realizzare un’idea che avevamo in mente da tempo: per la prima volta proponiamo un itinerario al Cimitero Militare Germanico del Passo della Futa in inverno, per la prima volta vi celebreremo il Giorno della Memoria, per la prima volta in questo luogo che per noi negli anni è diventato così importante pronunceremo parole ferite che hanno un diretto riferimento alla storia che il Cimitero tragicamente custodisce.

Uno spettacolo unico, non ci saranno repliche, un viaggio d’inverno poco prima del tramonto, un rito culturale, un pellegrinaggio civile, una azione di resistenza.

 

Teatrino della Memoria era il titolo di una trasmissione radiofonica in cui Primo Levi, prendendo spunto da vecchie canzoni, raccontava episodi della sua vita.

I brani che leggeremo sono tratti da Ray Bradbury, Primo Levi, Elie Wiesel, Hannah Arendt, Tzvetan Todorov, Heinrich Himmler, Vasilij Grossman.
Una riflessione che, partendo dal rogo dei libri di Fahrenheit 451, passa attraverso testimonianze, saggi e documenti originali.
L’itinerario si concluderà nella cripta del Cimitero con Carbonio, uno straordinario racconto fantastico tratto da Il sistema periodico, prima idea letteraria di Primo Levi, pensata e ripensata proprio ad Auschwitz, la storia avventurosa di un immaginario atomo di carbonio, componente essenziale della vita.

Tutto quello che possiamo dirvi è: copritevi! Nel caso sia previsto maltempo per il giorno 27 gennaio lo spettacolo verrà annullato e verrà data comunicazione via email.